Home / L’Importanza del Fissaggio e Sistemazione del Carico

L’Importanza del Fissaggio e della Sistemazione del Carico

In un precedente articolo abbiamo introdotto la novità legislativa sulla possibilità di controllo, da parte delle forze dell’ordine, sulla stabilità della merce in un mezzo di trasporto.

Oggi torniamo a parlarne, più nel dettaglio, di in una delle operazioni più importanti e delicate del trasporto merci: il fissaggio del carico.

Sembra un’attività semplice ma il fissaggio del carico è più vicino a una vera tecnica, e una serie di norme dimostrano come tante caratteristiche, apparentemente slegate l’una all’altra, interagiscano tra di loro durante lo spostamento del mezzo.

Ecco quali sono le norme tecniche, tutte unite tra loro:

fissaggio-del-carico-norme

Il fissaggio del carico porta con sé diversi rischi:

  • per la merce, nel caso in cui sia fissata male e dunque non sia stabile durante il trasporto
  • per gli operatori logistici, durante le operazioni di fissaggio: pericoli di schiacciamento, caduta di materiali o altri tipi di cadute, urti e lavori effettuati da altezze importanti.

Il 21 novembre scorso si è tenuto il convegno “La sicurezza in logistica: dentro e fuori dal magazzino” a Castel San Pietro Terme (Bologna), uno dei punti focali delle Settimane della Sicurezza 2018 in cui si è parlato di:

  • norme, rischi e metodi di fissaggio dei carichi
  • il controllo del carico
  • sistemazione del carico sui veicoli

Il carico deve resistere alle sollecitazioni della forza derivante da accelerazioni e decelerazioni, per impedire inclinazione e/o ribaltamento della merce.

Il fissaggio è uno dei punti salienti della preparazione del carico, una delle fasi fondamentali del ciclo logistico che noi trasportatori portiamo a termine.

Insieme con la scelta idonea del mezzo, tra i fondamentali del fissaggio ci sono anche i metodi da utilizzare concretamente. È bene ricordare che si può fissare il carico tramite:

  • serraggio
  • bloccaggio (locale/generale)
  • ancoraggio diretto
  • ancoraggio per attrito

Il bloccaggio consiste nel bloccare il carico grazie a uno o più elementi strutturali del veicolo, come le sponde, o con elementi come le barre di bloccaggio, le zeppe e i montanti.

Con il serraggio si impiegano mezzi meccanici manuali, come i Twist Locks, per fermare la merce.

L’ancoraggio è il metodo di fissaggio tramite dispositivi flessibili come cinghie, funi e catene:

  • Cinghie: devono essere conformi alla norma EN121295-2
  • Catene: conformi alla norma E121295-3
  • Funi che rientrino nella norma E12195-4
  • Il numero minimo di ancoraggi è fissato in base alla norma EN-12195-1

Il carico deve essere sistemato in modo da evitare i rischi che potrebbero derivare dalla sua scorretta stabilità:

  • evitare la caduta e dispersione della merce
  • non diminuire la visibilità del conducente
  • non impedirgli la libertà dei movimenti
  • garantire la stabilità del veicolo

Interferenze: non deve diminuire la visibilità del conducente né tanto meno impedirgli la libertà nei movimenti

Schiacciamento: la merce deve essere disposta in modo da non schiacciare il vano di carico

Cadute di materiali e altre cadute: il carico deve essere fissato per evitare la caduta dei materiali

Urti, colpi e altri impatti, da azzerare durante il trasporto.

E non dimentichiamoci i limiti di sagoma, per cui il carico non può sporgere davanti ma solo posteriormente, da oggetti non indivisibili e che non superino la lunghezza dei 3/10 del veicolo.

Anche di questo abbiamo parlato nel nostro blog, conosci già il Progetto 18?

2019-04-12T12:20:00+00:0012/ 04/ 2019|Senza categoria|