L’Ecoguida anche nei camion e i suoi vantaggi per tutti

L’ecoguida è la capacità di guidare un mezzo nel rispetto dell’ambiente, abbattendo le emissioni di CO2 e contribuendo anche alla riduzione dei costi.

Una pratica ancora più importante quando siamo alla guida di un mezzo pesante, e una voce di costo è ancora più delicata quando è un’azienda ad applicare con costanza l’ecoguida.

Quali sono le azioni principali per un’ecoguida?

  • Rispettare i limiti di velocità e procedere ad andatura costante: è dimostrato che frenare e accelerare bruscamente fa consumare dal 20% al 40% di carburante in più. Le frenate improvvise, come le accelerazioni importanti, dovrebbero essere casi eccezionali e non all’ordine del giorno
  • Quando possibile, utilizzare il freno motore: scalare le marce solo se necessario
  • Non utilizzare dispositivi elettrici se non serve, durante il viaggio
  • Buona norma sarebbe anche spegnere il motore a veicolo fermo, anche se solo per qualche secondo

La modalità ECO infatti impatta sullo stile di guida, accelerazioni e decelerazioni, cambi marcia e regolazione velocità, ma anche sulle componenti dell’automezzo.

Frenare solo quando necessario e anticipare una curva o un ostacolo ancora quando sono abbastanza lontani, in modo da decelerare naturalmente, senza frenare all’improvviso.

I vantaggio principale è ovviamente un generale risparmio di carburante e una riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’ambiente.

Perché il consumo non è solo un rapporto diretto carburante-veicolo, ma dipende anche dalle condizioni del veicolo. A questo ci aggiungiamo che l’ecoguida porta a una manutenzione più facile ed economica del veicolo, perché sarà “trattato meglio”, le gomme si consumeranno meno e così anche i freni.

Guidare dolcemente fa bene all’ambiente e ai conti aziendali.